Home » La cooperativa » Le certificazioni

LE CERTIFICAZIONI

LE CERTIFICAZIONI VOLONTARIE
E GLI ORGANI DI CONTROLLO

Parte integrante di un processo continuo, le certificazioni volontarie
e gli organi di controllo, di cui OSA si è dotata, si fondano sulla costante
e precisa applicazione di leggi e regole che governano tutte le fasi operative,
dalla progettazione all’esecuzione, dal monitoraggio alla verifica dei risultati.

SISTEMA DI GESTIONE DELLA QUALITÀ (ISO 9001)

Nel 2001, OSA è stata tra le prime organizzazioni italiane a ottenere la Certificazione di Qualità secondo la norma ISO 9001 del 1994, rinnovandola poi nel tempo fino ad oggi. La normativa individua una serie di linee guida utili alla realizzazione di un Sistema di Gestione della Qualità finalizzato alla definizione dei processi aziendali, al miglioramento continuo dell’efficacia e dell’efficienza nell’erogazione del servizio, alla costante attenzione ai bisogni espressi dai clienti. Tutti i processi aziendali vengono inizialmente analizzati e successivamente tradotti in protocolli che permettono la standardizzazione delle attività, nonché la loro comprensione e tracciabilità in ogni passaggio. Un’impostazione che consente la definizione a monte delle migliori modalità di svolgimento del lavoro. Periodicamente, gli organismi membri ISO, attraverso una commissione di esperti esaminano le norme per garantire il loro aggiornamento e la loro applicabilità in contesti organizzativi sottoposti a continui mutamenti. L’adeguamento della norma assicura agli stakeholder servizi con elevati livelli di qualità costanti nel tempo. La certificazione di qualità non è quindi soltanto una questione tecnica, ma comprende aspetti organizzativi e gestionali che coinvolgono tutta la Cooperativa.

  Sistema di gestione della qualità

SISTEMA DI GESTIONE DELLA SALUTE E DELLA SICUREZZA SUL LAVORO (ISO 45001)

 

La norma ISO 45001 definisce i requisiti per i “sistemi di gestione per la salute e sicurezza sul lavoro” ed è oggi riconosciuta come normativa di riferimento per la costruzione di un modello organizzativo conforme ai requisiti previsti dal Testo Unico sulla sicurezza (D.LGS 81/08) Nel 2010 OSA ha scelto volontariamente di adottare un modello per gestire in modo sistematico e controllato tutti gli aspetti di sicurezza sul lavoro, ed è riuscita ad ottenere la relativa certificazione. L’applicazione della norma ha permesso alla Cooperativa di stabilire un Sistema di Gestione della Sicurezza che ha ridotto al minimo ed eliminato, dove possibile, i rischi associati alle attività lavorative e di fornire posti di lavoro sicuri e salubri ai propri soci. OSA ha avuto inoltre benefici in termini di riduzione del numero di infortuni ed ha riscontrato una migliore gestione dei rischi relativi a salute e sicurezza e una riduzione del tasso infortunistico durante l’attività lavorativa.

  Sistema di gestione della salute e della sicurezza sul lavoro.

SISTEMA DI GESTIONE AMBIENTALE (ISO 14001)

 

La ISO 14001 fornisce una guida e un valido strumento per le aziende che intendono conoscere l’impatto delle proprie attività sull’ambiente e consente di implementare un Sistema di Gestione che controlli le analisi ambientali nei siti produttivi, introduca il concetto di analisi dei rischi, definisca le responsabilità specifiche in materia ambientale, definisca, applichi e mantenga i requisiti della normativa, monitori le attività che hanno un impatto sull’ambiente. L’adozione di un Sistema di Gestione Ambientale certificato consente dunque il controllo e il mantenimento della conformità legislativa, il mantenimento delle prestazioni ambientali, la riduzione degli sprechi, le agevolazioni nelle procedure di finanziamento, semplificazioni burocratiche per gare d’appalto, bandi o progetti europei, la garanzia di un approccio orientato alle emergenze ambientali.

  Sistema di gestione ambientale.

SISTEMA DI GESTIONE DELL’ENERGIA (ISO 50001)

 

Il Consiglio Europeo ha fissato gli obiettivi e gli ambiti di efficienza energetica per gli Stati membri. In Italia, la Legge n.102/2014 di attuazione della Direttiva Europea 2012/27 ha introdotto l’obbligo per le Grandi Imprese e le Piccole e Medie Imprese a forte consumo di energia, di adottare misure per la promozione e il miglioramento dell’efficienza energetica. OSA ha strategicamente scelto di adottare un sistema di gestione dell’energia, che comporta una periodica analisi energetica delle attività svolte, un monitoraggio continuo dei consumi energetici complessi e un piano di miglioramento nella gestione dell’energia. I vantaggi sono molteplici. Dalla maggiore consapevolezza dei consumi in un’ottica gestionale, con conseguente riduzione degli sprechi ed incremento della marginalità alla riduzione dei costi di gestione che si hanno grazie agli investimenti in tecnologie efficienti da un punto di vista energetico.

SISTEMA DI GESTIONE DELLA RESPONSABILITÀ SOCIALE DI IMPRESA (SA8000)

 

La norma SA (Social Accountability) 8000 è uno standard internazionale elaborato nel 1997 dall’ente americano SAI, per definire i requisiti sociali che un’organizzazione deve possedere per fornire garanzia di eticità del proprio ciclo produttivo. La norma è basata sulle convenzioni dell’ILO (International Labour Organization), sulla Dichiarazione Universale dei Diritti Umani e sulla Convenzione delle Nazioni Unite sui Diritti del Bambino. Dal 2016, OSA ha scelto di aderire allo standard e costruire un Sistema di Gestione per la Responsabilità Sociale di Impresa, poi certificato nel 2017, finalizzato a migliorare il benessere lavorativo dei propri soci. Attraverso la SA8000, la Cooperativa si impegna a contrastare in ogni sua forma il lavoro infantile e a tutelare i giovani lavoratori; astenersi dal compiere qualunque azione di costrizione al lavoro; garantire la sicurezza e la salubrità nei luoghi di lavoro; sostenere la libertà di associazionismo sindacale e la tutela della contrattazione collettiva; contrastare qualsiasi forma di discriminazione basata su sesso, razza, orientamento politico, sessuale, religioso. E ancora: rispettare le Leggi vigenti, la Contrattazione collettiva e il Regolamento Interno in materia di orario di lavoro e procedimenti disciplinari; corrispondere una retribuzione adeguata in base alla mansione svolta e governare un processo finalizzato al miglioramento continuo in ognuna delle precedenti attività (Sistema di Gestione).

  Sistema di gestione della Responsabilità Sociale.

    Politica OSA

L’ORGANISMO
DI VIGILANZA 231

 

La Cooperativa OSA si è dotata di un proprio modello di organizzazione, gestione e controllo per prevenire e ridurre il rischio di commissione di reati durante lo svolgimento delle proprie attività aziendali, come previsto dal Decreto Legislativo 231/2001 e coerentemente con il proprio codice etico e con le linee guida di Confcooperative. Il D.L. 231/2001 introduce infatti una nuova forma di responsabilità che colpisce enti e società nel caso di commissione di reati da parte di dipendenti e collaboratori, ovvero dei propri amministratori e manager, dai quali sia comunque derivato un vantaggio per l’azienda.

I principali reati previsti dal decreto, per il contesto di riferimento di OSA, sono quelli contro la Pubblica Amministrazione, la maggior parte dei reati societari ma anche i reati informatici, gli abusi di mercato e, soprattutto, i reati derivanti dalla violazione della normativa sulla Sicurezza sul Lavoro e i Delitti contro l’industria e il commercio. Per limitare l’applicazione di questo nuovo tipo di responsabilità, la normativa richiede all’impresa di dotarsi preventivamente di un Sistema di Controllo per l’esercizio delle proprie attività, volto a ridurre al minimo il rischio di commissione di un reato, anche colposo, da parte dei propri operatori.

Già nel 2005 OSA si è dotata di un proprio Modello Organizzativo e di Gestione che negli anni è stato oggetto di adeguamenti e aggiornamenti in corrispondenza della governance aziendale adottate nonché delle modifiche normative intervenute.

Per le caratteristiche di autonomia e indipendenza richieste per legge, l’Organismo di Vigilanza rappresenta una sorta di “vigilante” super partes che, nell’interesse della legalità, controlla e sottopone a monitoraggio costante l’efficacia del Modello e la sua piena osservanza da parte di tutti i destinatari. L’attuale Organismo di Vigilanza, nominato dal C.d.A. in data 31.03.2019 per la durata di 3 anni, è composto dal Prof. Avv.to Mauro Catenacci (presidente), dal Dott. Massimo Negroni e dalla Dott.ssa Chiara Messe.

Share This